MANSIONI

Domanda

E' possibile che l'Amministrazione modifichi le mansioni del proprio dipendente rispetto a quelle originariamente conferite?

Risposta

Si precisa che, stante le disposizioni di cui all'art.25, comma 2, del CCRL 01.08.2002, l'assegnazione di mansioni, diverse da quelle originariamente conferite, è atto proprio del potere determinativo degli organi di gestione dell'Ente, ai sensi dell'art.1374 c.c., purché le stesse siano professionalmente equivalenti a quelle originariamente svolte dal dipendente. 
Al di fuori di tale ipotesi l'Amministrazione non ha il potere di attribuire mutamenti di profilo, ancorché gli stessi profili siano collocati all'interno di una medesima categoria, qualora tale atto determini una qualsivoglia forma di reinquadramento del personale in modo difforme da quelle previste dalle vigenti disposizioni contrattuali collettive. 

(ultimo aggiornamento: 28/02/2010)